Drift Kings Italy 2019 – Il comunicato di presentazione

Dopo il successo dell’Exhibition Match presso il Motor Bike Expo di Verona, la stagione del Drifting italiano sta per entrare nel vivo dei suoi campionati.

Manca infatti poco meno di un mese all’appuntamento del 6 e 7 aprile al Castelletto Circuit di Castelletto di Branduzzo (PV), quando prenderà il via ufficialmente il Campionato Italiano Drifting e la Drift Kings Italy National Series.

Organizzata dal Drift Kings Italy in collaborazione con la D-Race questa prova sarà la prima delle quattro gare in calendario che decreteranno il Campione Italiano Drifting 2019.

Un motivo in più per seguire l’attesa prova d’apertura sarà la massiccia affluenza di piloti e vetture straniere, con oltre 15 nazioni rappresentate, grazie alla validità anche come primo round Drift Kings International Series (Europe e Nations) e primo round FIA CEZ (Central Europe Zone) Championship.

Da sottolineare che la Nations Series di cui farà parte la gara di Castelletto di Branduzzo comprende un campionato che dopo l’Italia farà tappa in Ungheria, poi tornerà in Italia all’Autodromo di Modena per poi proseguire in Francia, Malesia, Thailandia e Filippine.

Sotto l’aspetto tecnico e regolamentare la novità più importante di quest’anno per il Campionato Italiano della specialità sarà la suddivisione in tre categorie, create per agevolare ancor di più l’accesso a questa disciplina motoristica in continua ascesa ed al contempo massimizzare la spettacolarità delle vetture nelle categorie di vertice.

La classe d’entrata sarà la STREET OPEN: riservata a piloti con licenza ACI Sport in gara con vetture in cui sono ammesse solo modifiche modeste come il freno a mano idraulico e lo svuotamento degli interni dell’auto. I concorrenti di questa categoria faranno solo prove in singolo e non in Twin Drift.

A seguire ci sarà la PRO 2 riservata ai piloti con licenza ACI Sport, da questo livello si inizieranno a fare le gare in Twin Drift e le vetture saranno preparate con le caratteristiche tipiche delle vetture da drifting.

Classe regina sarà la PRO e sarà riservata ai top driver, piloti licenziati ACI Sport che hanno ottenuto in passato una qualificazione nei migliori 32 in una gara di drifting titolata.

La riprova dell’interesse che sta riscuotendo il Drifting in Italia è la notevole copertura mediatica che da questa stagione potrà godere l’intero campionato: il sito istituzionale di ACI Sport riserverà uno spazio dedicato al Drifting, confermato poi il live streaming che tanto successo ha riscontrato la passata stagione, con la diretta domenica 7 aprile di tutte le gare in programma,.

A livello radio e televisivo da sottolineare gli importanti accordi presi con i media partner: Sky Sport, Intermedia, Devis Dovesi Group, Radio StudioPiù e Lombardia TV.

L’ufficio stampa Drift Kings Italy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: