La polizia inglese stronca un giro di corse illegali a Dagenham

L’edizione online dell’EveningStandard, quotidiano di informazione britannico, riporta l’intervento della polizia a Dagenham, un quartiere periferico di Londra, che ha posto fine ad una serie di corse illegali che si svolgevano in una rotonda alla perifireria della città. 
La notizia, al di là degli aspetti di cronaca, fa incazzare – passatemi la scurrilità – per due motivi. Primo. La stupidità dei corridori, ma dovrei chiamarli teppisti, che si riducono a correre in strada in paese che ha una cultura del Drift molto sviluppata. Ragazzi. è stupido, stupido, stupido!!! Anche lasciarsi prendere la mano in una rotonda se piove lo è, ma organizzare raduni di questo tipo in strada è ancora più stupido di diversi ordini di grandezza. Sia per la sicurezza dei partecipanti che per quella degli ignari passanti, sia per l’immagine malata e criminale che si dà ai non appassionati di motori sul nostro mondo e sulla nostra disciplina. Secondo me gli appassionati dovrebbe essere ancora più cattivi nei confronti di questi idioti che in alcuni caso hanno anche corso da drogati(!!!!).

Il secondo motivo sono le motivazioni dei cittadini che hanno denunciato i fatti alla polizia. Le denuncia in sè è sacrosanta sia chiaro, ma leggendo le dichiarazioni nell’articolo sembra che questi cittadini si preoccupassero più di poter guardare il X Factor senza essere disturbati che di salvaguardare la sicurezza delle persone.

Qui un filmato delle “prodezze” dei coglioni britannici che hanno messo in scena questo raduno criminale.

Fonte Evening Standard

Drift Long & Faster (on a closed track)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: